Forte vento

Pubblicato il 08/02/2022

Cari apicoltori, come vedete dalle foto inviateci dal nostro presidente Giancarlo Costenaro relative ad un apiario situato nel Pavese in zona Parco del Ticino, il vento si è manifestato in tutta la sua forza.

Fare un giro negli apiari sarebbe utile, fosse solamente per scongiurare eventuali tetti delle arnie ribaltati.

E’ iniziata la fioritura del Salicone (Salix caprea) e dell’Olmo (Ulmus spp.) tralaltro oggi contemporanee a quella di Nocciolo (Corylus avellana), fioriture essenziali per far partire le nostre api in maniera ottimale. Il polline di Salice, oltre ad essere molto bottinato, assume un ruolo molto importante dal punto di vista qualitativo con un apporto di amminoacidi essenziali molto elevato.  I risultati di questo apporto proteico, che solitamente arrivava tra il mese di febbraio e quello di marzo, si vedranno tra qualche settimana. Le api tuttavia stanno mangiando anche parecchio candito, assicurarsi che non rimangano senza cibo.

 

Apis mellifera su Salix caprea – foto di Francesco Legnani

 

 

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.