NOTE TECNICHE

Purtroppo il 2020 ha firmato numerose perdite, che tra l’altro non cessano di manifestarsi in tutta la loro bellicosità.

Spopolamenti repentini, acari che camminano sulle api, ali deformate, piccole rose di covata che cessano solo con il collasso della famiglia infestata.

Queste rose di covata appaiono nella forma “opercolata” come opercoli forati dalle pulitrici nel tentativo di rimuovere pupe infestate, nella forma di “covata aperta” come larve disetanee ravvicinate e prive di vita.

Stando a quanto si apprende dagli apiari Apacl sentinella, sparsi per la provincia di Como e Lecco, le regine sono in blocco deposizione, salvo nei portasciami in polistirolo e in rare situazioni.

Fortunatamente alle nostre latitudini le regine ci regalano ancora il blocco di covata naturale (per quanto ancora?).

Occorre dunque verificare che nel nostro apiario ci sia l’interruzione di covata, magari visitando a campione famiglie in salute ed intervenire immediatamente con il trattamento invernale, sia esso Apibioxal gocciolato o Apibioxal sublimato appena se ne ha riscontro.

Fenomeni di re-infestazione non sono rari anzi, vanificano spesso questo trattamento che di fatto è il più importante dell’anno.

Chi gode di buon vicinato quindi cerchi di intervenire simultaneamente.

Buon lavoro.

Dott. Francesco Legnani

Tecnico apistico Apacl

I commenti sono chiusi